drunkoressia

sarebbe il nuovo disturbo alimentare che ovviamente ci viene importato dagli USA: nasce dalla fusione dei termini drunk (ubriaco) e anoressia; tra le ragazze, in prevalenza tra quelle che frequentano il college, la nuova “mania” è quella di bere molto per attutire il senso di fame, diminuire le calorie assunte dal cibo (e quelle derivate dall’alcol, non le considerano??) e facilitare il vomito.
Tra le storie raccontate dal New York Times c’è quella di Judy Van de Veen, oggi 36 anni, che è diventata anoressica a 24 anni dopo essere stata bulimica a partire dai 16. Da bulimica Judy spendeva circa 80 dollari al giorno per il cibo che avrebbe vomitato. E’ stata curata con successo, ma poco tempo dopo ha cominciato a fare uso di alcol, smettendo di mangiare; oppure, dopo aver ingerito cibo, usava lassativi o faceva attività fisica per ore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Buttonper appuntamenti