devo fare l’ ecografia dell’ ADDOME: cosa è importante sapere prima dell’esame ?

Sabino Berardino ecografia ecolordoppler Firenze
ecografia addome – www.berardino.info

L’ecografia dell’ADDOME è un esame che non presenta controindicazioni, pertanto può essere eseguito da tutti: è un esame sicuro.
Prima dell’esame è richiesta una preparazione specifica: digiuno assoluto (non mangiare, bere è invece consentito) per 6 / 8 ore prima dell’esame.
Quindi se l’esame è prenotato di mattina: cena leggera ma niente colazione (a meno di problematiche tipo diabete, nel qual caso sarà bene farsi consigliare dal medico curante) solida (liquidi consentiti); se l’ecografia è prenotata di pomeriggio: niente pranzo, colazione il più possibile leggera.
La vescica piena: se il medico curante richiede addome INFERIORE o addome COMPLETO da due ore prima dell’esame è necessario non urinare e un’ora / un’ora e mezza prima dell’orario dell’appuntamento bisogna bere (e finire!)  il famigerato litro (acqua non gassata o tè o camomilla) tenendo presente che bisogna arrivare all’ora dell’esame avendo stimolo – non eccessivo! – ad urinare.
Se il medico curante richiede specificamente di valutare l’addome superiore non è necessaria la preparazione suindicata per riempire la vescica.

Mi raccomando, sempre, di portar esami precedenti (ecografie / TAC / RMN effettuate in passato), anche del sangue, nonchè documentazione di eventuali interventi chirurgici.

Consiglio di vestir comodamente, con abiti che consentano di scoprire completamente l’addome (se hai problemi a spogliarti).
Siccome l’ecografia è un esame innocuo, non ha alcun effetto sulla capacità di guidare i veicoli e non limita in alcun modo l’autonomia del paziente: non c’è alcun bisogno di essere accompagnati, se non per conforto emotivo.
L’esame ecografico dell’addome, per studiare gli organi interni della pancia, non è doloroso; durante l’ecografia il paziente sarà sdraiato su un lettino, a pancia in su, con l’addome ben scoperto.
Il medico cospargerà la pelle dell’addome con il gel ecografico e poi con la sonda esplorerà la regione esercitando, talora, un po’ di pressione.
L’ecografia non utilizza radiazioni ionizzanti, come la radiografia o la TAC, ma gli ultrasuoni: onde sonore ad altissima frequenza, che non sono percepite dall’orecchio umano e che, allo stato attuale delle conoscenze, sono considerate innocue per l’organismo.
Alla fine dell’esame – la cui durata è variabile, raramente superiore ai 15 minuti – si può riprendere subito la normale vita di tutti i giorni e ritornare alle proprie occupazioni; non è necessaria alcuna particolare accortezza dopo aver terminato l’esame ecografico.

Se vuoi prenotare un esame ecografico dell’addome, per uno studio di fegato milza pancreas reni vescica aorta prostata e dei linfonodi puoi prenotare allo Studio Medico Affrico in Viale Edmondo de Amicis, 83 Firenze (nei pressi dello stadio, zona Campo di Marte) – telefono 328 6894560 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Buttonper appuntamenti