sperimentazione per la cura dell’artrosi del ginocchio

gonartrosi artrosi osteoartrite
artrosi del ginocchio

La nuova frontiera per la cura dell’artrosi del ginocchio potrebbe esser una semplice iniezione, in sostituzione dell’intervento chirurgico tradizionale per la malattia degenerativa della cartilagine che, ad oggi, ha come unica soluzione a lungo termine la protesi.
Il progetto sperimentale, Adipoa-2 ha l’obiettivo di verificare l’efficacia,  per i pazienti colpiti da osteoartrite al ginocchio, più comunemente chiamata artrosi di questo trattamento sperimentale.
Il progetto è finanziato dall’Unione Europea per 6 milioni di euro. Il coordinamento è affidato all’Irlanda, con il prof. Frank Barry della National University of Ireland di Galway. Tra i centri di ricerca partecipanti, la Reumatologia del Policlinico di Padova e centri in Francia, Germania, Inghilterra e Olanda.

E’ possibile partecipare alla sperimentazione presso la Reumatologia dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna se si ha
– età compresa tra i 45 e i 70 anni
– diagnosi di artrosi del ginocchio sintomatica da lieve a moderata.
Sono esclusi tutti coloro che hanno subito traumi significativi o operazioni chirurgiche nel corso dell’ultimo anno, tra cui anche protesi del ginocchio o dell’anca, chi soffre di artriti infiammatorie e chi ha subito precedenti trattamenti che agiscono sulla cartilagine o sul metabolismo osseo.
Una serie di altri requisiti specifici necessari per poter partecipare alla sperimentazione verrà valutata, attraverso una prima visita di selezione, dai reumatologi del Rizzoli.

Per prenotare la visita di selezione è possibile telefonare al numero dedicato 051 6366947 (, dal lunedì al venerdì, dalle ore 15.30 alle 17.30) oppure scrivere alla mail adipoa@ior.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Buttonper appuntamenti