steatosi epatica NAFLD

steatosi epatica non alcolica (NAFLD)

Quando (noi medici) parliamo di steatosi epatica non alcolica (NAFLD) ci riferiamo alla situazione in cui c’è eccessivo accumulo di grasso nel fegato: di solito viene scoperta quando già è in stato avanzato, a seguito di un’ecografia addominale in soggetti apparentemente sani (quasi sempre sovrappeso / obesi). La steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è la patologia epatica più comune nel mondo occidentale: è presente in percentuale variabile tra il 17 ed il 46 % dei soggetti adulti.

All’esame istologico di una biopsia epatica è sufficiente l’accumulo di grasso in oltre il 5% degli epatociti per inquadrare il fegato come steatosico.
Bisogna escludere altre cause di epatopatia e il consumo giornaliero di alcool > 30 g per il sesso maschile e > 20 g per quello femminile.
Se si effettua uno screening basato su esami di funzionalità epatica ed ecografia, l’incidenza della steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è stimata approssimativamente a 20-86/1000 soggetti per anno.
Il 12-14% dei pazienti con steatosi epatica non alcolica (NAFLD) presenta una patologia più aggressiva: la steatoepatite non alcolica (NASH), due-tre volte più frequente nei pazienti obesi o con diabete mellito di tipo 2. Circa il 20 % dei pazienti con steatoepatite non alcolica (NASH) va incontro ad una progressione della malattia con necrosi degli epatociti, fibrosi e cirrosi. La presenza di steatoepatite non alcolica (NASH) inoltre rappresenta un fattore patogenetico rilevante per l’insorgenza di epatocarcinoma. La malattia può dare lesioni così progressive ed irreversibili da determinare un’insufficienza epatica e richiedere il trapianto di fegato. Negli ultimi anni costituisce la seconda indicazione al trapianto dopo l’epatite HCV-correlata.
La presenza di steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è associata non solo a diabete ed obesità ma anche ad ipertensione ed alterazioni dell’assetto lipidico, con conseguente aumentato rischio di malattie cardiovascolari e stroke.

Se un paziente è affetto da steatosi epatica non alcolica (NAFLD) è importante approfondire indagando tutti i possibili coesistenti fattori di rischio cardiovascolare e metabolico.

Di steatosi epatica ho parlato in tanti articoli: li trovi tutti cliccando qui.

Se devi fare un’ecografia (addome | collo | linfonodi) e il CUP ha tempi di attesa lunghi: a Firenze puoi prenotare allo Studio Medico Affrico, nei pressi dello stadio Artemio Franchi, in viale Edmondo De Amicis 83 telefonando allo 055 0981066

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Buttonprenotazione